studio

" Ho la fortuna di fare il lavoro che più amo "
Arch. Pietro Corcione

Si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi Firenze nel 2000, l’anno seguente insieme all’Arch. Alessandro Tinucci fonda lo studio Corcione Tinucci Architects. Dopo numerosi progetti in vari campi e scale, decide di portare avanti autonomamente la sua attività professionale, sviluppando progetti sia in Italia che all’estero.

L’esperienza maturata nell’ambito residenziale e commerciale ci permette di approcciare progetti di Architettura e di Interior Design improntati a soddisfare ogni richiesta formale ed estetica del cliente.
La curiosità e la voglia di creare progetti inediti,  pensati per un certo spazio e per un certo luogo, è la linfa vitale dalla quale traiamo energia. Questa energia creativa  ci spinge a mettere in discussione concetti tradizionali e abitudini consolidate, cercando di osservarle da un altro punto di vista, al fine di creare qualcosa d’innovativo.

Il committente con le sue esigenze e desideri rimane al centro delle nostre riflessioni. Cerchiamo di guidarlo all’interno delle scelte progettuali fino ad arrivare alla definizione del più piccolo particolare. Ogni soluzione cerchiamo di analizzarla e criticarla  in modo da creare  una collaborazione proficua tra il cliente e lo studio.

Lo studio ha un approccio multidisciplinare. Le nostre collaborazioni professionali ci permettono di  poter gestire progetti ad ogni scala e complessità, dando sempre una risposta puntuale per ogni fase del processo progettuale.

 

filosofia

Un Progetto, di qualsiasi natura, è una sfida, un avventura, una visione.  Un progetto è gioia di fare qualcosa che prima non esisteva. Un progetto e un atto di responsabilità. Un progetto sono le tue competenze messe in gioco, al fine di migliorare ciò che si persegue. Un progetto è un conflitto interiore, è passione, è la voglia di mettersi sempre in discussione. Un progetto è eccitazione, ti fa sentire vivo.

Un progetto è un opportunità per crescere.

I nostri progetti puntano a  generare emozioni. Cerchiamo di condurre  il cliente in un viaggio fatto di esperienze visive e tattili, stimolanti e gratificanti. Lo spazio concepito, dovrà interagire con la mente ed il corpo di coloro che lo useranno.  La casa nella sua articolazione e  composizione, determina la qualità della nostra esistenza. E’ luogo di incontro, di socializzazione, di affetti, ma anche di silenzi e solitudini. E’ lo scrigno della nostra vita. Oggi ancora di più in virtù del fatto che la vita sociale per varie vicissitudini ha subito una forte involuzione. L’uomo, con il suo vivere quotidiano è al centro del nostro pensiero progettuale.

Importantissimo per noi è il primo contatto con il cliente. In natura viene chiamato “imprintig”.
Ascoltiamo, osserviamo, cerchiamo di comprendere desideri e aspettative.
E’ in questa fase di apprendimento rapido e stimolante, che nascono le prime “visioni”.
Visioni che vengono elaborate, discusse e analizzate da tanti punti di vista. Non ci accontentiamo, siamo critici con noi stessi, andando a processare il nostro pensiero progettuale fino a trovarne la sintesi.
Ed è per questo processo interiore, che tendiamo a caratterizzare fortemente le nostre proposte, priviligiando il custom made ad ogni scala, dall’arredo, all’illuminazione.

pubblicazioni e riconoscimenti

INTERNI - n°6 Giugno 2021
Home Italia, Dicembre 2020 - Progetto menzionato durante la premiazione di The Great Living Estate", quale miglior sviluppatore immobiliare 2020. https://www.homeitalia.com/the-great-living-estate
Ville&Casali, settembre 2020
Scarica pdf
XXI CONCORSO INTERNAZIONALE "Sistema d'Autore". Progetto menzionato. Marzo 2019

appunti di Lavoro

In questo albun di foto, voglio fissare alcuni momenti catturati durante il mio lavoro.
Lavoro fatto di viaggi, fatto di cantieri più o meno complicati, ma soprattuto un viaggio fatto insieme a persone con le quali abbiamo condiviso un periodo importante della nostra vita. Un periodo inteso. Un periodo fatto di  alti e bassi, dove a momenti di euforia e crescita si sono alternati momenti di conflitto e contrasto.
E' un  periodo dove i problemi, e ce ne sono, vengono risolti con l'aiuto di tutti. Dove ognuno porta il suo contributo di esperienza e il suo "saper fare".
E' un periodo, comunque, che ha un inizio e una fine.
Ed è proprio questa fine, che tutti cerchiamo di raggiungere nel modo migliore dando il massimo di noi stessi, che rischia di mandar nell'oblio ricordi di momenti fondamentali per la nostra crescita personale e professionale.
Negli anni ho scattato una quantita incredibile di foto che oggi mi aiutano a non dimenticare quello che è stato e quello che sarà.